da 15.12.2010 14:26 , Klicks: 7926

Fazzoletti da taschino

I fazzoletti sono tornati. Sempre più uomini mostrano il coraggio e l'abilità modaiola d'infilarsi un fazzoletto corrispondente nel taschino di petto. Fazzoletti non solo sono indossati in occasioni di festa con un abito scuro e camicia bianca. Anche nel casual ben curato il fazzoletto si è allignato. Il fazzoletto, chiamato anche Pochette, era originalmente un fazzoletto che nel si ficcava nel taschino di petto sempre a portata di mano.

Oggi, serve solo come ornamento e viene usato per pulire gli occhiali in caso di emergenza. Nei vademecum d'abbigliamento i fazzoletti sono spesso ignorati o citati solo incidentalmente, perché vengono spesso percepiti come antiquati e non più attuali. Questo non è corretto dato che il fazzoletto ancora oggi completa l'aspetto del Signore. E proprio negli ultimi due anni, si è potuto osservare una forte diffusione del fazzoletto.

Il fazzoletto è sostanzialmente legato al vestito e alla giacca più o meno sportiva sopratutto quando la cravatta non viene messa. In ogni caso non è rilevante se poi una giacca è abbinata a pantaloni casual. Il fazzoletto si trova inoltre in perfetta compagnia con giacche slanciate e jeans.

Fazzoletti sono fabbricati di seta, microfibra fine o cotone. Il panno di lino bianco è considerato di essere la scelta più formale per abiti di lavoro o per occasioni di festa. Il drappo di seta monocolore o fantasia si adatta benissimo ad abiti e al blazer. In quanto a giacca a quadri è consigliabile di scegliere fazzoletti monocolore di seta o microfibra.

La gamma di colori e di modelli è così grande come la scelta di tessuti per camice e cravatte. Per fazzoletti monocolore la scelta migliore rispetto alle tonalità dei colori è senza dubbio quella per l'azzurro, rosa, prato verde, viola, blu, rosso fiamma o Bordeaux. Tipici disegni sono paisley, puntini e scozzese. Si trovano inoltre anche fantasie floreali o piccoli disegni. Più sorprendenti i colori e incisi i motivi, meno formale è l'aspetto del fazzoletto.

Se gli uomini arretrano spaventati in quanto all'indossare un fazzoletto è spesso dovuto alle incertezze delle possibilità di combinazione. Come va d'accordo il fazzoletto con il resto dell'abbigliamento? Deve andare bene con la cravatta o con la camicia? Che influenza ha l'abito? La risposta è semplice e difficile allo stesso tempo, perché il fazzoletto deve andare bene con tutti gli altri componenti dell'abbigliamento. Intanto c'è da tenere occhio anche sui pantaloni, le scarpe e calze.

Il fazzoletto è la più piccola parte nell'insieme di abito, camicia e cravatta. Di conseguenza viene scelto per ultimo. Supponiamo che sia selezionato un monopetto grigio scuro gessato di bianco con una camicia azzurra, cravatta blu scura con righe bordò strette, calze blu scure e scarpe nere. Un fazzoletto che corrisponde a qualsiasi singolo elemento sarebbe per esempio di seta marrone scura con puntini blu. Il bordò coglie la striscia della cravatta, il blu dei puntini si adatta alla tonalità di camicia, cravatta e calze.

Per i vero coraggiosi in termini modaioli: Chi sceglie una combinazione di giacca o blazer con pantaloni di colore diverso può sintonizzare la cravatta con le calze. Ecco un esempio: Giacca di lino verde oliva, camicia a quadri in bianco e rosa, cravatta gialla con puntini rosa, pantaloni in cotone color sabbia, calze bordò e scarpe marroni di cuoio irruvidito. Qui un fazzoletto monocolore bordò sarebbe una variazione interessante. Per però azzeccare una simile combinazione, è necessario di avere un certo talento. L'uomo comune pensa soprattutto alla camicia e alla cravatta in termini di una combinazione e sintonizzazione perfetta. Così sceglie spesso una tonalità di colore che si trova anche nella cravatta o magari un fazzoletto nel colore della cravatta.