da 13.08.2012 17:30 , Klicks: 2485

Cravatte da donna

Le cravatte da donna sono molto più richieste di quanto generalmente ci si immagini. Poiché non esiste una tipica cravatta da donna, le nostre donne diventano molto creative e riescono ad avere molte possibilità di trovare una cravatta da donna adatta e di usarla in un modo appropriato.

Ci sono capi di abbigliamento maschile  che hanno trovato la loro strada nel mondo della moda femminile. Ne sono un esempio i pantaloni, la giacca e lo smoking. Allora perché non potrebbe essere lo stesso anche per la cravatta? Forse proprio perché è un simbolo prettamente maschile che affascina la donna. Inoltre, la cravatta per la donna non è mai un obbligo, ma una scelta. Dunque le regole del dress code maschile non sono valide per le cravatte da donna.

Le donne hanno diverse possibilità di indossare la cravatta. Possono prendere in prestito una normale cravatta dal marito e usarla come accessorio per quasi ogni tipo di look. Oppure possono acquistare una particolare cravatta da donna. Una cravatta tipicamente femminile è in genere molto stretta o particolarmente decorata. Inoltre le donne amano anche le cravatte in stile anni settanta e molto stravaganti.

Possiamo, dunque, distinguere essenzialmente due direzioni. Da una parte la cravatta da donna stretta a tinta unita dal colore forte. Dall′altra parte una cravatta larga, leggermente più corta, con motivi floreali molto accesi.

Come si annoda una cravatta da donna

Le cravatte da donna possono essere annodate come quelle maschili. Le varianti più comuni sono il four-in-hand, il windsor e il cosiddetto piccolo nodo. Più elaborato è il tipo di nodo, tanto più si accorcia la cravatta. Nodi windsor, quando la cravatta deve essere corta. Piccolo nodo, quando si desidera una cravatta molto lunga.


Il risultato del nodo della cravatta da donna è diverso. Loro annodano la loro cravatta in un modo più sciolto e senza formare un triangolo eccessivamente rigido. Dunque, il nodo non deve essere molto tirato, ma deve essere lasciato più sciolto e disinvolto. Diversamente dall′uomo, la donna può lasciare la gambetta leggermente più lunga della gamba in modo da far sembrare il nodo molto simile a un fiocco.

Dress code per la cravatta da donna

La cravatta che più va di moda in questo periodo è stretta a tinta unita dal colore acceso. Ha un aspetto audace, moderno e trendy, perciò adatta a un look disinvolto o casual business. Le cravatte da uomo in larghezza standard donano alla donna un aspetto molto stravagante, perciò non sono adatte da indossare in un ambiente lavorativo formale. Molto femminili sono le cravatte pregiate in materiali fini come ad es. la seta lucida. E chi ha voglia di glamour sceglierà una cravatta scintillante. Pregiati cristalli, perle o pailletes trasformano la cravatta in un vero gioiello. Come abbiamo visto, esistono diverse possibilità per rendere interessante una cravatta da donna.

La donna giovanile e delicata può permettersi di indossare qualsiasi tipo di cravatta da donna. Molto stretta, larga in stile anni settanta o una cravatta da uomo. La donna molto femminile e con più curve deve evitare le cravatte molto sottili che tendono a mettere in risalto le rotondità. Le donne trasandate e mascoline possono indossare cravatte dalle tonalità molto luminose e decorate in modo da mettere un interessante contrappunto. Al contrario, sono da evitare le cravatte business e le cravatte da uomo.
 
Rispetto agli uomini, le donne hanno la possibilità di indossare la cravatta in diversi modi: come sciarpa, annodarla a un vestito o come cintura al pantalone. Come fascia per capelli, come benda o  come scialle la cravatta risulta sempre essere perfetta. Inoltre può essere usato come un cappello o come un foulard da annodare al manico della borsetta. Tutte cose impossibili per gli uomini. La fantasia dunque non ha confini.

Altri articoli:
Il trionfo dei vestiti aziendali
Come annodare una cravatta?
Cravatte Cavallieri

Prodotti in vendita nel nostro negozio online