Lavorazione della cravatta di seta

Tre diversi metodi di lavorazione

Nel metodo di produzione più semplice il filo del tessuto viene annodato insieme da una normale macchina da cucire. Lo svantaggio consiste nel fatto che la cucitura tra filo superiore e filo inferiore è poco flessibile e la cravatta si lascia annodare con difficoltà.

Il secondo metodo di produzione consiste nella macchina liba. La cravatta viene girata sulla sinistra e tessuta con un unico filo. In seguito essa viene girata un'altra volta.

In terzo luogo vi è la lavorazione a mano. La cravatta viene tagliata a mano, messa nella sua forma, appuntata con spilli e tessuta con ago e filo. Le cravatte di qualità vengono prodotte soltanto con i due metodi di produzione sopra elencati, anche se spesso è possibile una combinazione di entrambi i procedimenti

Il taglio

La seta viene allungata sul tavolo di taglio e tagliata. Nel caso di merce di un solo colore viene lavorata anche una serie di pezze con l'aiuto di una macchina. Le qualità con motivo invece vengono tagliate a mano una ad una per fornire la giusta posizione del disegno nella cravatta prodotta. La lunghezza e la larghezza dei singoli pezzi vengono determinate grazie all'uso di forme. Essi sono fatti generalmente di materiale sintetico trasparente, in modo che l'operatore sia in grado di orientare in modo ottimale il disegno. Il lavoro di qualità è quindi riconoscibile già a prima vista. Il motivo è diritto e scorre centrale verso la punta della cravatta.

Il sostegno e la fodera

Parallelamente al taglio dell'involucro esterno in seta, vengono preparati il sostegno, la fodera e il materiale per il passante verso il lato posteriore. Il sostegno è fabbricato a partire da cotone o lana, a seconda del peso e della raffinatezza del materiale esterno, mentre la punta viene foderata con seta pura, bemberg oppure con lo stesso materiale di cui è composta la cravatta vera e propria. L'ultima variazione chiamata dagli esperti self-tipping, è molto apprezzata soprattutto in Italia. La semplicità con cui è possibile annodare la cravatta in futuro dipende principalmente dalla giusta forma del sostegno. Il sostegno deve riempire il materiale esterno esattamente fino all'orlo. Se è più largo rispetto al materiale esterno, ne derivano delle pieghe, mentre se è troppo stretto, scivola da ogni parte. È già meraviglioso che anche nel caso di cravatte molto care il sostegno non è stato inserito in modo corretto e la cravatta già dopo essere stata portata una sola volta mostra pieghe consistenti. In questo caso c'è soltanto una cosa da fare, ossia cambiare la cravatta.

 

Il sostegno e la fodera

Parallelamente al taglio dell'involucro esterno in seta, vengono preparati il sostegno, la fodera e il materiale per il passante verso il lato posteriore. Il sostegno è fabbricato a partire da cotone o lana, a seconda del peso e della raffinatezza del materiale esterno, mentre la punta viene foderata con seta pura, bemberg oppure con lo stesso materiale di cui è composta la cravatta vera e propria. L'ultima variazione chiamata dagli esperti self-tipping, è molto apprezzata soprattutto in Italia. La semplicità con cui è possibile annodare la cravatta in futuro dipende principalmente dalla giusta forma del sostegno. Il sostegno deve riempire il materiale esterno esattamente fino all'orlo. Se è più largo rispetto al materiale esterno, ne derivano delle pieghe, mentre se è troppo stretto, scivola da ogni parte. È già meraviglioso che anche nel caso di cravatte molto care il sostegno non è stato inserito in modo corretto e la cravatta già dopo essere stata portata una sola volta mostra pieghe consistenti. In questo caso c'è soltanto una cosa da fare, ossia cambiare la cravatta.

Jacquard o pressione?

La scelta di cravatte appare senza fine e difficile da tenere sott'occhio. Tuttavia ci sono due gruppi principali in cui è possibile catalogare i leganti. Ad uno appartengono le cravatte di seta pressata, all'altro appartengono le cravatte di jacquard di seta. Però in cosa consiste la differenza?

Seta pressata significa che il produttore porta un motivo su un tessuto di seta senza colore oppure bianco con un procedimento di serigrafia. La serigrafia significa che per ogni colore che viene portato sulla seta, viene preparata una singola colata di pressione. Se per esempio è necessario mettere insieme un disegno o un motivo di dieci colori, è necessario pressare dieci volte. In questo procedimento è necessaria la più alta precisione, in modo che i singoli ordini di colore non si sovrappongano. Le cravatte di seta stampata sono particolarmente indicate per le stagioni calde, in quanto solitamente vengono prodotte a partire da tessuti più leggeri.

Nel caso di cravatte jacquard i colori, i disegni e i motivi sono creati dal fatto che il materiale viene tessuto fin dall'inizio con fili colorati. Da catena e chiusura, quindi da piegature in lungo e in senso trasversale sul telaio, è possibile costruire quasi tutti i colori e i disegni, a partire dalle cravatte in tinta unita con coste concise nell'armatura del corpo, fino a Paisley filigranate. I Jacquard sono normalmente un po' più pesanti rispetto al materiale di seta stampato, per questo motivo essi vengono portati volentieri durante l'autunno e in inverno.

Quale variante si preferisce alla fine, è e rimane una questione di gusto. Molti apprezza tori della cravatta amano e posseggono cravatte di entrambi i tipi, in quanto ciascuna ha il proprio fascino.


Noi raccomandiamo i sequenti prodotti sui nostro shop: